Il ritorno di Simon Manuel

La 27enne campionessa olimpica dei 100 stile libero a Rio 2016, Simone Manuel,  sembra essere sulla giusta strada del ritorno nell’elitè dello stile libero veloce statunitense, nel corso del fine settimana appena concluso ha nuotato nella Pro Swim Series di Westmont, alcuni dei suoi migliori tempi dal 2019, nello specifico 53.36 nei 100 stile libero, 24.49 nello sprint  e 1.57.80 sui 200 metri, tutti riscontri utili  – sotto carico –  per provare ai Trials di giugno a qualificarsi per la sua terza Olimpiade sotto l’esperta guida tecnica di coach Bob Bowman.,

La Manuel arriva da alcune stagioni piuttosto complesse, dove ha faticato a ritrovare gli standard di un tempo, è rimasta esclusa individualmente dai Giochi di Tokyo per via delle deludenti prestazioni ottenute nel corso dei Trials olimpici, causate da una sindrome da overtraining che l’ha costretta a fermarsi poco dopo. Alla vigilia dei campionati nazionali statunitensi di Indianapolis dello scorso anno, validi come selezione per il mondiale di Fuku0ka 2023, ha dato forfait per favorire il lento, ma a suo dire funzionale processo di recupero,  scelta presa per tutelarsi in proiezione dei Giochi di Parigi 2024 che restano il suo obbiettivo prioritario del triennio olimpico.

Articoli correlati

Matteo Rivolta: "È una scelta coraggiosa, dolorosa ma necessaria, nel rispetto mio e di chi con me ha lavorato, sofferto, sognato."

Matteo Rivolta: “È una scelta coraggiosa...

Essere atleta è sicuramente difficile: l'allenamento, la prestazione, accettare la sconfitta e in caso di vittoria il peso di doversi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative