ISL & FINA – “buoni” i risultati di Londra

La FINA ha definito il criterio di omologazione dei tempi ottenuti nel circuito ISL.
Saranno riconosciuti i tempi ottenuti in competizioni organizzate con il coinvolgimento della nazione ospitante.
Saranno quindi riconosciuti i tempi delle tappe ISL, ultima quella di Londra, (record europeo ed italiano di Scozzoli, primati italiani di Carraro e Scalia compresi) ma non quelli di Budapest e Napoli.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la FINP verso Tokyo

Riccardo Vernole per Nuotopuntocom: la F...

A margine del Campionato italiano in acque libere FINP di Alghero (Freedom in water), abbiamo incontrato ed intervistato il Commissario ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu