Il sogno è realtà, Margherita Panziera a Tokyo 2020: “Adesso si lavora con serenità”

“A Tokyo voglio un ruolo da protagonista” diceva Margherita Panziera dopo le gare al Trofeo Settecolli. Sei mesi dopo, il biglietto aereo che la porta dritta ai Giochi Olimpici se l’è guadagnato e alla prima occasione utile, ai Campionati italiani assoluti di Riccione l’ha conquistato: 2:06.59 per nuotare i suoi 200 dorso, quelli in cui è Campionessa europea. Una leonessa, proprio come il tatuaggio che porta sulla schiena, è salita sul blocchetto di partenza decisa e determinata sin dal mattino: “Oggi pomeriggio cercherò di passare ancora più aggressiva, il tempo limite è alla mia portata”.

E ci è riuscita. L’atleta di Montebelluna delle Fiamme Oro, tesserata per il Circolo Canottieri Aniene è la terza atleta a qualificarsi per l’Olimpiade. Un risultato che arriva una settimana dopo l’oro ai Campionati Europei in vasca corta di Glasgow e dopo una prima parte di stagione piuttosto intensa:

Mi è servito gareggiare molto a livello internazionale. Fare esperienza aiuta, anche se passare dalla vasca corta alla lunga in pochissimo tempo è sempre un po’ destabilizzante, ma sto bene, ho fatto davvero il meglio che potevo. La gara è stata dura, ho faticato tanto, ma sapevo di stare facendo bene. Mi è mancato il terzo cinquanta, ma l’obiettivo era chiudere al meglio e centrare il tempo limite. Ho fatto ancora meglio dei Campionati mondiali di Gwangju e adesso si lavora verso Tokyo, con tutta la serenità e il tempo di cui ho bisogno.

Così l’Italia sorride e cala così il poker d’assi: sono quattro gli atleti qualificati, perchè Margherita Panziera e Gregorio Paltrinieri raggiungono Nicolò Martinenghi e Simona Quadarella che hanno strappato il pass alla prima giornata.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
Nessun articolo trovato.
  • CALENDARI E MEETING

XXII Coppa della Perdonanza

L’Aquila
03-12-22

1° Livorno Winter Meet

Livorno
17-12-22

Laus Christmas Cup

Lodi
18-12-22
Solidarietà Olimpica: dalla nascita al giorno d’oggi, una storia raccontata da Pere Mirò

Solidarietà Olimpica: dalla nascita al g...

Pere Mirò entra a far parte del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) nel 1992 su richiesta dell’allora presidente Juan Antonio Samaranch, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu