Budapest 2022. Giorno 2. 100 rana. Nicolo Martinenghi è Campione del Mondo con il nuovo primato nazionale (58.26). 100 dorso. RI per Thomas Ceccon 52.12

Conclusa la seconda giornata di gare dei Campionati del Mondo presso la Duna Arena di Budapest. Segue il report odierno con i risultati di tutti gli azzurri e le immagini di deepbluemedia.

GIORNO 2 – Domenica 19 giugno – RISULTATI

FINALI

100 RANA UOMINI

Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

Suona il canto degli italiani alla Duna Arena di Budapest. È vero non c’era il padrone di specialità Adam Peaty, ma il parterre dei 100 rana di Budapest è stato di altissimo profilo tecnico e partire per la prima volta in carriera come favorito al titolo mondiale non è cosa semplice da gestire per nessuno. Nicolò Martinenghi è riuscito a fare tutto quello voleva fare, ed ha vinto la prima medaglia d’oro iridata della rana maschile nella storia del nuoto italiano.  Il riscontro cronometrico ottenuto (58.26 – 27.39) gli vale il nuovo primato italiano, come sottolineato nel report di ieri l’azzurro ha fatto la differenza sugli avversari soprattutto nel ritorno nuotando 30.87, unico atleta sotto i 31 secondi e di gran lunga il più veloce anche oggi. D’argento l’olandese Arno Kamminga che oggi non può nulla nei confronti dell”azzurro, bronzo all’americano Nic Fink primo al passaggio di metà gara (27.14).

Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

PODIO

  • 1) Nicolo MARTINENGHI (ITA) 58.26 RI
  • 2) Arno KAMMINGA (OLA) 58.62
  • 3) Nic FINK (USA) 58.65

Nicolò Martinenghi : È tutto molto strano, aspettavo qualcosina di meno dal tempo, ma era una gara da vincere. Una emozione allucinante, riesco a mettere la mano davanti per la prima volta in un mondiale. Più di cosi non potevo aspettarmi, sapevo che eravamo tutti allo stesso livello, oggi la testa ha fatto molto.

Post premiazione: Ora mi sono reso conto, un oro mondiale inaspettato, una finale è sempre imprevedibile, non era facile gestire la gara, è tutto davvero emozionante.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (@federnuoto)

La gestione di gara

100 FARFALLA DONNE  

Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

Era la favorita alla vittoria dopo una stagione ai vertici della specialità, l’americana Torry Huske vince la finale con 55.64 siglando il nuoto primato nazionale a pochi decimi dal primato del mondo della svedese Sarah Sjostroem (55.48), ottimo argento per la sprinter francese Marie Wattel (56.14), sul terzo gradino del podio la cinese Zhang Yufei (56.41).

PODIO

  • 1) Torri HUSKE (USA) 55.64
  • 2) Marie WATTEL (FRA) 56.14
  • 3) Yufei ZHANG (CHN) 56.41

50 FARFALLA UOMINI  

Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

Venti minuti dopo lo straordinario record italiano dei 100 dorso Thomas Ceccon torna in vasca per la disputa della finale dei 50 farfalla che purtroppo lo vede fuori dal podio per soli 7 centesimi, il suo riscontro cronometrico (22.86) gli vale la quinta posizione. Lo sprint della farfalla è stato vinto dall’americano Caeleb Dressel davanti al sempreverde brasiliano 42enne Nicholas Santos e al connazionale Michael Andrew.

Thomas Ceccon: Parlare di delusione no, sono venuto qua che non dovevo neanche farli i 50 delfino, arrivare quinto non è male, certo scoccia per la medaglia, ma avevo appena fatto i 100 dorso.

PODIO

  • 1) Caeleb DRESSEL (USA) 22.57
  • 2) Nicholas SANTOS (BRA) 22.78
  • 3) Michael ANDREW (USA) 22.79
    • 5) Thomas CECCON (ITA) 22.86

200 MISTI DONNE

Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

Duecento misti femminili di altissimo profilo. Grande prestazione per la 20enne americana Alex Walsh che sigla un crono di grande rilievo (2.07.13), argento per la campionessa olimpica australiana Kaylee Mckeown (2.08.57), primato del mondo juniores per il bronzo della sedicenne americana Leah Hayes (2.08.91). Settima piazza per la ex-regina di specialità e padrona di casa Katinka Hosszu (2.11.37).

PODIO

  • 1) Alex WALSH (USA) 2:07.13
  • 2) Kaylee MCKEOWN (AUS) 2:08.57
  • 3) Leah HAYES (USA) 2:08.91 WRJ

SEMIFINALI

Photo Andrea Staccioli / Deepbluemedia / Insidefoto

Ennesimo capolavoro di Thomas Ceccon, nuota il nuovo record italiano dei 100 dorso (52.12) mollando visibilmente negli ultimi 10 metri di gara, terzo primato nazionale per il veneto in soli due giorni di gare a sottolineare una condizione di forma straordinaria, domani la finale.

Molto convincente la prova di Benedetta Pilato che vola in finale con il secondo tempo (1.05.88), un pò meno performante la collega di specialità Arianna Castiglioni (1.06.59), undicesima e purtroppo fuori dalla finale, ultimo tempo utile d’ingresso per la campionessa del mondo Lilly King.

Benedetta Pilato: Volevo fare la finale, me la merito, ho dato tutto. In batteria ho fatto più fatica perché con la scuola non mi alleno mai al mattino, non sono abituata. Questa piscina mi emoziona sempre, volevo salutare “Marti” che ci guarda e ci manca.

Arianna Castiglioni : Ho strappato troppo nel secondo 50 che ho poi pagato alla fine.

Le azzurre Margherita Panziera e Silvia Scalia non riescono a guadagnare l’accesso alla finale mondiale dei 100 dorso, chiudono le semifinali rispettivamente in decima e undicesima posizione, 1.00.26 e 1.00.58. Aria di record del mondo per la statunitense Regan Smith che nuota 57.65 contro il 57.45 dell’australiana Kaylee McKeon che oggi ha preferito non prendere parte a questa gara per concentrarsi sui 200 misti dove ha vinto l’argento.

Margherita Panziera: ho voluto passare più veloce, ho strappato troppo ed ho pagato sul finale, mi sono inchiodata.

Silvia Scalia: Sono contenta per il passaggio, per il resto ho fatto dei 100 migliori quest’anno.

Marco De Tullio nuota i 200 stile ibero in 1.46.29, l’azzurro è decimo, quindi seconda riserva per la finale di domani, rimane per il liberista pugliese una prestazione di assoluto rilievo, straordinaria prestazione tecnica del rumeno David Popovici che sigla il miglior tempo delle semifinali (1.44.40), nuovo record del mondo juniores.

Marco De Tullio: Guardando i tempi sono intorno al mio migliore, siamo li, è un peccato perché con 46 basso potevo entrare, c’è ancora qualcosa da migliorare in questa gara, arrivare comunque decimo è un gran bel traguardo, adesso ho la staffetta da fare, possiamo fare bene.

  • 100 DO U – 2) Ceccon 52.12 RI
  • 100 RA D – 2) Pilato 1.05.88 Q, 11) Castiglioni 1.06.59
  • 100 DO D – 10) Panziera 1.00.26, 11) Scalia 1.00.58
  • 200 SL U – 10) De Tullio 1.46.29

BATTERIE – mattino

  • 100 DO D – 9) Panziera 1.00.40 Q, 11) Scalia 1.00.77 Q
  • 100DO U – 9) Ceccon 53.70 Q
  • 100 RA D – 4) Castiglioni 1.06.49 Q,  8) Pilato 1.06.68 Q
  • 200 SL U – 13) De Tullio 1.47.27 Q, 24) Di Cola 1.48.08
  • 1500 SL D – Quadarella 15.56.19 Q

Il programma di domani

GIORNO 3 – Lunedì 20 giugno – START LIST

MATTINO – batterie
(dalle 9.00) – TV: Rai Sport HD

  • 50 RA U – Martinenghi, Cerasuolo
  • 200 SL D –
  • 200 FA U – Carini, Razzetti
  • 800 SL U – Paltrinieri, Detti

POMERIGGIO – Semifinali e Finali (F)
(dalle 18.00) – TV: Rai Sport HD

  • 200 SL U (F)
  • 1500 SL D (F) – Simona Quadarella
  • 50 RA U –
  • 100 DO D (F) –
  • 100 DO U (F) –  Thomas Ceccon
  • 200 SL D –
  • 200 FA U –
  • 100 RA D (F) – Benedetta Pilato

MEDAGLIERE AZZURRO (2)

ORO (1)

  • 100 RA U – Nicolo Martinenghi 58.26 RI

BRONZO (1)

  • 4×100 SL U – Italia 3.10.95
    • Alessandro Miressi 48.38
    • Thomas Ceccon 47.57
    • Lorenzo Zazzeri 47.35
    • Manuel Frigo 47.65

PRIMATI NAZIONALI 

  • 100 DO U – Thomas Ceccon 52.12
  • 50 FA U – Thomas Ceccon 22.88
  • 50 FA U – Thomas Ceccon 22.79
  • 100 RA U – Nicolo Martinenghi 58.26

PRIMATI EUROPEI

  • 400 MX U – Leon MARCHAND (FRA) 4:04.28

PRIMATI DEL MONDO JUNIORES

  • 200 SL U – David POPOVICI (ROM) 1.44.40
  • 200 MX D – Leah HAYES (USA) 2:08.91

FINALISTI AZZURRI

  • 400 SL U – 5) Marco De Tullio 3.44.14
  • 4×100 SL U – 3) Italia 3.10.95
  • 100 RA U – 1) Nicolò Martinenghi 58.26
  • 50 FA U – 5) Thomas Ceccon 22.86
  • 100 RA D – Benedetta Pilato
  • 1500 SL D – Simona Quadarella

CAMPIONI DEL MONDO 2022

  • 200 MX D –  Alex WALSH (USA) 2:07.13
  • 50 FA U – Caeleb DRESSEL (USA) 22.57
  • 100 FA D – Torri HUSKE (USA) 55.64
  • 100 RA U – Nicolo MARTINENGHI (ITA) 58.26 RI
  • 400 SL U – Elijah WINNINGTON (AUS) 3:41.22
  • 400 SL D –  Katie LEDECKY (USA) 3:58.15
  • 400 MX U – Leon MARCHAND (FRA) 4:04.28 ER CR
  • 4×100 SL U –  USA 3.09.34
  • 4X100 SL D – AUSTRALIA 3.30.95

RIFERIMENTI

TEAM ITALIA

La squadra per i Mondiali – Budapest (Ungheria), 18-25 giugno (29 atleti)
Stefano Ballo (Esercito/Time Limit), Federico Burdisso (Esercito/Aurelia Nuoto), Giacomo Carini (Fiamme Gialle/Can Vittorino Da Feltre), Thomas Ceccon (Fiamme Oro/Leosport), Simone Cerasuolo (Fiamme Oro/Imolanuoto), Matteo Ciampi (Esercito/Livorno Aquatics), Piero Codia (Esercito/CC Aniene), Marco De Tullio (CC Aniene), Leonardo De Plano (CC Aniene), Gabriele Detti (Esercito/In Sport Rane Rosse), Stefano Di Cola (Marina Militare/CC Aniene), Luca Dotto (Carabineiri/Larus), Manuel Frigo (Fiamme Oro/Team Veneto), Lorenzo Galossi (CC Aniene), Michele Lamberti (Fiamme Gialle/GAM Brescia), Nicolò Martinenghi (CC Aniene), Alessandro Miressi (Fiamme Oro/CN Torino), Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro/Coopernuoto), Alberto Razzetti (Fiamme Gialle/Genova Nuoto My Sport), Lorenzo Zazzeri (Esercito/RN Florentia); Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Team Insubrica), Elena Di Liddo (Carabinieri/CC Aniene), Silvia Di Pietro (Carabinieri/CC Aniene), Francesca Fangio (In Sport Rane Rosse), Margherita Panziera (Fiamme Oro/CC Aniene), Benedetta Pilato (CC Aniene), Simona Quadarella (CC Aniene), Silvia Scalia (Fiamme Gialle/CC Aniene), Chiara Tarantino (Fiamme Gialle).

CAMPIONI DEL MONDO IN CARICA

  • 50 STILE LIBERO – Caeleb DRESSEL (USA) 21.04
  • 100 STILE LIBERO – Caeleb DRESSEL (USA) 46.96
  •  200 STILE LIBERO – Yang SUN (CHN) 1.44.93
  • 400 STILE LIBERO – SUN Yang (CHN) 3:42.44
  • 800 STILE LIBERO – Gregorio PALTRINIERI  (ITA) 7:39.27 -Record Europeo/Italiano
  • 1500 STILE LIBERO – Florian WELLBROK (GER) 14.36.54
  • 50 FARFALLA – Caleb DRESSEL (USA) 22.35 CR
  • 100 FARFALLA – Caeleb DRESSEL (USA) 49.66
  • 200 FARFALLA – Kristof MILAK (HUN) 1.50.73 World – Euro Record
  • 50 DORSO – Zane WADDELL (RSA) 24.43
  • 100 DORSO – Jiayu XU (CHN) 52.43
  • 200 DORSO – Evgeny RYLOV (RUS) 1:5340
  • 50 RANA – Adam PEATY (GBR) 26.06
  • 100 RANA – Adam PEATY (GBR) 57.14
  • 200 RANA – Antov CHUPKOV (RUS) 2:06.12 WR
  • 200 MISTI – Daiya SETO (JPN) 1.56.14
  • 400 MISTI – Daya SETO (JPN) 4.08.95

CAMPIONESSE DEL MONDO IN CARICA

  • 50 STILE LIBERO – Simone MANUEL (USA) 24.05
  • 100 STILE LIBERO – Simone MANUEL (USA) 52.04
  • 200 STILE LIBERO – Federica PELLEGRINI (ITA) 1.54.22
  • 400 STILE LIBERO – Ariarne TITMUS (AUS) 3:58.76
  • 800 STILE LIBERO – Katie LEDECKY (USA) 8.13.58
  • 1500 STILE LIBERO – Simona QUADARELLA (ITA) 15.40.89  RI
  • 50 FARFALLA – Sarah SJOESTROEM (SWE) 25.02
  •  100 FARFALLA – Margaret MACNEIL   (CAN) 55.83
  • 200 FARFALLA – Boglarka KAPAS (HUN) 2.06.78
  • 50 DORSO – Olivia SMOLIGA (USA) 27.33
  • 100 DORSO –  Kylie MASSE (CAN) 58.60
  • 200 DORSO – Regan SMITH (USA) 2.03.69
  • 50 RANA – Lilly KING (USA) 29.84
  • 100 RANA – Lilly KING (USA) 1.04.92
  • 200 RANA – Yulia EFIMOVA (RUS) 2:20.17
  •  200 MISTI – Katinka HOSSZU (HUN)2:07.53
  • 400 MISTI – Katinka HOSSZU (HUN) 4.30.39

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Riccardo Vernole: investire sulla formazione per rimanere al vertice

Riccardo Vernole: investire sulla formaz...

Abbiamo raggiunto il direttore tecnico della Federazione italiana di nuoto paralimpico (FINP) Riccardo Vernole, che senza avere neppure il tempo di godersi ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu