ROMA 2022. Giorno 7. Europeo concluso. MAGIA ITALIA.

Cala il sipario sul palcoscenico della 36esima edizione dei Campionati Europei di nuoto di Roma 2022.

L’Europeo di Roma si apre e si chiude con il canto degli italiani a voler sottolineare una edizione straordinaria e storica che conta per l’Italia XXXV medaglie con 13 titoli, 13 argenti e 9 bronzi, per la prima volta vinciamo il medagliere per nazioni e confermiamo la nostra leadership nella classifica a punti del Len Trophy, a soli 700 giorni dai Giochi di Parigi.

Italnuoto – Foto di Andrea Staccioli/DBM

Il direttore tecnico Cesare Butini

La squadra ha risposto in un modo eccezionale al termine di una stagione complessa, è una squadra che ha dimostrato di avare due trazioni; gli esperti e gli emergenti. Sono dispiaciuto solo per non avere preso medaglie nella gare di staffetta con le ragazze. Il nostro obiettivo è di continuare con questo trend positivo, migliorare dove dobbiamo migliorare i  Giochi di Parigi 2024 sono alle porte.

GIORNO 7 – mercoledì 17 agosto – RISULTATI

FINALI

50 STILE LIBERO

Leonardo De Plano – Foto di Andrea Staccioli/DBM

2 centesimi di secondo, un tempo non riproducibile volontariamente dall’essere umano, separano l’azzurro Leonardo De Plano dal titolo continentale vinto dal super-favorito britannico Benjamin Proud, per lui una splendida ed inattesa medaglia d’argento a coronamento di una stagione che forse gli ha tolto qualche soddisfazione di troppo, l’ennesimo greco di turno sale sul podio europeo per il bronzo, Kristian Gkolomeev  (21.90). Fuori dal gioco delle medaglie il fiorentino Lorenzo Zazzeri (21.90) che con il tempo ottenuto nelle semifinali (21.72) sarebbe salito sul podio.

Lorenzo Zazzeri: “Una gara brutta, ho fatto un tempo che non mi rispecchia, con il io tempo arrivavo terzo, mi girano parecchio le scatole”.

Leonardo De Plano: “Non ho parole, sono felice, dietro a Proud, secondo posto bellissimo, primato personale, gara bellissima. Post premiazione: Ho riscattato Budapest, essere sul podio era l’obbiettivo, non posso lamentarmi.

PODIO

  • 1) Benjamim Proud (GBR) 21.58
  • 2) Leonardo Deplano (ITA) 21.60
  • 3) Kristian Gkolomeev (GRE) 21.76
    • =6) Lorenzo Zazzeri (ITA) 21.90

50 RANA DONNE

Benedetta Pilato – Foto di Andrea Staccioli/DBM

La nostra primatista del mondo Benedetta Pilato ci ha provato dall’inizio alla fine a mettere la mano davanti alla lituana Ruta Meilutyte e ci è quasi riuscita, 29.59 contro 29.71, la britannica Imogen Clark toglie la soddisfazione dell’abbordabile bronzo all’azzurra Arianna Castiglioni, rispettivamente 30.31 e 30.43.

Benedetta Pilato: “Diciamo che ci ho provato, va bene cosi, mi sono divertita tantissimo” Post premiazione. Quest’anno va bene cosi è stata più brava di me, mi voglio godere la staffetta e poi siamo in vacanza.

Arianna Castiglioni: “Peccato perché in acqua mi sentivo bene e la medaglia era alla portata”

PODIO

  • 1) Ruta Meilutyte (LTU) 29.59
  • 2) Benedetta Pilato (ITA) 29.71
  • 3) Imogen Clark (GBR) 30.31
    • 4) Arianna Castiglioni (ITA) 30.43

100 DORSO UOMINI

Thomas Ceccon – Foto di Andrea Staccioli/DBM

Primo oro dei 100 dorso nella storia del nuoto italiano. Thomas Ceccon vince la gara davanti al greco Apostolos Cristhou,  un testa a testa avvincente che si risolve al touch finale con un differenziale fra i due di soli tre centesimi di secondo, 52,21 contro 52.24. terza piazza per l’interessante francese Yohann Ndoye Brouard (52.92), già vincitore sulla doppia distanza in questa specialità.

Thomas Ceccon: “Oggi dovevo solo vincere, sapevo che il greco poteva andare forte, all’arrivo ho buttato giù la testa, i 4 centesimi dei 50 li ho recuperati adesso.” 

PODIO

  • 1) Thomas Ceccon (ITA) 52.21
  • 2) Apostolos Christou (GRE) 52.24
  • 3) Yohann Ndoye Brouard (FRA) 52.92

200 FARFALLA DONNE

Ilaria Cusinato – Foto di Andrea Staccioli/DBM

Con un grande tempo (2.07.77) la veneta Ilaria Cusinato torna sul podio ad un campionato europeo per ritirare una splendida medaglia bronzo, davvero avvincente la determinazione dell’azzurra  che nuota l’ultimo cinquanta meglio della sedicenne bosnìaci-erzegòvina Lana Pudar che vince la gara con 2.06.81, argento continentale per la danese Helena Rosendahl (2.07.30). Ottava piazza per la debuttante Antonella Crispino che si toglie la gran soddisfazione della sua prima finale europea.

Ilaria Cusinato: “Oggi ho detto vado li e faccio una gara della madonna, dovevo per forza mettercela tutto, tempo spettacolare, mi sentivo benissimo, e venuta fuori una gara bellissima”. Post premiazione: ” Questa medaglia mi fa molto piacere dopo quattro anni dall’ultima, uno sguardo al futuro molto fiducioso, vacanze e poi sotto più di prima”.

Antonella Crispino: “Anzi tutto vorrei fare i cmpilnenti ad Ilaria, la mia prima finale Europa in casa è già una vittoria, devo gestire un pò meglio l’emozione.

PODIO

  • 1) Lana Pudar (BIH) 2.06.81
  • 2) Helena Rosendahl (DEN) 2.07.30
  • 3) Ilaria Cusinato (ITA) 2.07.77
    • 8) Antonella Crispino (ITA) 2.10.97

200 MISTI UOMINI

Foto di Andrea Staccioli/DBM

Quasi d’oro la prova del ligure Alberto Razzetti che sul finale di gara rientra in gioco per il titolo, davvero una grande prova d’orgoglio e di maturità per l’azzurro, meraviglioso argento che si aggiunge all’oro dei 400 misti e al bronzo dei 200 farfalla. Vince l’ungherese Hubert Kos (1.57.72), medaglia di bronzo per il sorprendente portoghese Gabriel Jose Lopes rimasto in testa alla gara fino allo stile libero (1.58.34).

Alberto Razzetti: “Peccato per un decimo rimane sempre del dispiacere, tripletta oro, argento e bronzo, posso ritenermi più che soddisfatto. Post premiazione: Una grande soddisfazione, rimarrà l’emozione di aver gareggiato davanti al pubblico di casa.”

PODIO

  • 1) Hubert Kos (HUN) 1.57.72
  • 2) Alberto Razzetti  (ITA) 1.57.82
  • 3) Gabriel Jose Lopes (POR) 1.58.34

400 STILE LIBERO DONNE

Simona Quadarella – Foto di Andrea Staccioli/DBM

Una splendida Simona Quadarella è d’argento alle spalle della tedesca Isabelle Gose, non le riesce la terza tripletta continentale della sua carriera, ma la prestazione della romana è stata superba in termini di volontà, per lei è l’ottava medaglia europea. Bronzo per la magiara Ajna Kesely, sesta piazza per l’azzurra Antonietta Cesarano alla sua prima esperienza continentale.

Simona Quadarella:“Ci fossero stato ancora dieci metri … la tedesca è molto forte, forse fossi partita prima ci sarei riuscita, avrei voluto fare la mia terra tripletta in casa”.

Antonietta Cesarano: “Ho fatto tantissime gare, è la mia prima volta il sesto posto va bene”. 

PODIO

  • 1) Isabel Marie Gose (GER) 4.04.13
  • 2) Simona Quadarella (ITA) 4.04.77
  • 3) Ajna Kesely (HUN) 4.08.00
    • 6) Antonietta Cesarano (ITA) 4.10.19

400 STILE LIBERO UOMINI

Lukas Maertens – Foto di Andrea Staccioli/DBM

Il tedesco Lukas Maertens riesce a mettere il sigillo d’oro ad una stagione che lo ha visto emergere a livello planetario, vince con un riscontro cronometrico di assoluta rilevanza (3.42.50) davanti allo svizzero Antonio Djakovic (3.43.93) e al suo connazionale Henning Muehlleitner (3.44.53), lontano dal podio gli azzurri Lorenzo Galossi Gabriele Detti, hanno nuotato rispettivamente 3.46.94 e 3.47.34. Rinuncia alla finale il 17enne rumeno David Popovici.

Lorenzo Galossi “Adesso non è proprio rimasto nulla, è stato un anno lungo ed impegnativo, questo campionato è andato davvero benissimo, vacanze meritate”.

Gabriele Detti: “Sono stato, è vero che era un pò che non facevo niente, però va bene.”

PODIO

  • 1) Lukas Maertens (GER) 3.42.50 CR
  • 2) Antonio Djakovic (SUI) 3.43.93
  • 3) Henning Muehlleitner (GER) 3.44.53
    • 5) Lorenzo Galossi (ITA) 3.46.94
    • 7) Gabriele Detti (ITA) 3.47.34

4×100 MISTA DONNE

Formazione Svezia – Foto di Andrea Staccioli/DBM

Le azzurre, in testa alla gara fino alla rana chiudono la finale in quarta posizione per un bronzo che ci sfugge per meno di due decimi di secondo. Vincono le svedesi di Sarah Sjostroem davanti alla Francia e l’Olanda.

Margherita Panziera: “Rispetto a ieri mi sentivo parecchio stanca, mi dispiace perché siano arrivate ad un niente dal podio.

Ilaria Bianchi: “Io sono morta, ho dato tutto quello che avevo.

Benedetta Pilato: “Sono contenta, questa è la mia seconda volta in staffetta, peccato per il quarto posto.

Silvia Di Pietro: “Questa è la mia migliore frazione di sempre, sapevamo che sarebbe stato molto difficile.

PODIO

  • 1) Svezia 3.55.25
  • 2) Francia 3.56.36
  • 3) Olanda 3.57.01
    • 4) Italia 3.57.23
      • Margherita Panziera 59.78
      • Benedetta Pilato 1.05.65
      • Ilaria Bianchi 58.37
      • Silvia Di Pietro 53.43

4×100 MISTA UOMINI

4×100 mista Italia – Foto di Andrea Staccioli/DBM

L’Europeo dell’Italia si chiude con l’apoteosi dei nostri campioni del mondo della 4×100 mista, sul tetto d’Europa senza avversari, brividi allo Stadio del nuoto di Roma. medaglia numero XXXV. Apre il campione e primatista del mondo Thomas Ceccon, seguono il campione del mondo Niccolò Martinenghi, il campione del mondo in vasca corta Matteo Rivolta e il campione del mondo in vasca corta Alessandro Miressi. L’Europeo si apre e si chiude con il canto degli italiani.

Thomas Ceccon: “Non c’era sfida nei qui ne nella 4×100 stile libero, va benissimo cosi”.

Nicolò Martinenghi: “Sono arrivato alla frutta, sono contentissimo. È bellissimo chiedere cosi la stagione”.

Matteo Rivolta: “Sono l’atleta più esperto, sono contento della prova, sono molto soddisfatto del tempo. Con la staffetta sono riuscito a togliermi la soddisfazione che con la gara individuale non sono riuscito a fare.”

Alessandro Miressi: “Ho fatto un buon tempo lanciato, abbiamo vinto a casa d è tutto amplificato. È stata una festa, chiusura con i fiocchi”.

PODIO

  • 1) Italia 3.28.46 CR
    • Thomas Ceccon 52.82
    • Nicolò Martinenghi 57.72
    • Matteo Rivolta 50.75
    • Alessandro Miressi 47.17
  • 2) Francia 3.32.50
  • 3) Austria 3.33.28

BATTERIE

  • 400 SL D – 2) Quadarella 4.08.80 Q, 8) Cesarano A. 4.12.35 Q, 12) Cesarano N. 4.15.72, Caramignoli DNS
  • 400 SL U – 5) Galossi 3.48.15 Q, 6) Detti 3.48.32 Q, 7) De Tullio 3.48.38, =13) Ciampi 3.52.35
  • 4×100 MX D – 2) ITALIA 4.00.58 Q
    • Scalia 1.00.67, Angiolini 1.06.75, Di Liddo 57.83, Tarantino 55.33
  • 4×100 MX U – 1) ITALIA 3.34.35 Q
    • Lamberti 54.95, Poggio 59.70, Burdisso 51.37, Frigo 48.33

FINALISTI AZZURRI

  • 400 MX U – 1) Alberto Razzetti 4.10.60
  • 400 MX U – 3) Pier Andrea Matteazzi 4.13.29
  • 800 SL D – 1) Simona Quadarella (ITA) 8.20.54
  • 800 SL D – 5) Martina Caramignoli (ITA) 8.31.30
  • 4×200 SL D  – 4) ITALIA 7.59.83
    • Alice Mizzau 2.00.58
    • Linda Caponi 2.00.06
    • Noemi Cesarano 1.58.81
    • Antonietta Cesarano 1.59.38
  • 4×200 SL U  – 2) ITALIA 7.06.25
    • Marco De Tullio 1.46.47
    • Lorenzo Galossi 1.47.91
    • Gabriele Detti 1.46.51
    • Stefano Di Cola 1.45.36
  • 50 FA U – 1) Thomas Ceccon 22.89
  • 100 SL D – 5) Silvia Di Pietro 54.18
  • 100 SL D  – 4) Chiara Tarantino 54.13
  • 200 DO D – 1) Margherita Panziera 2.07.13
  • 100 RA U – 1) Nicoló Martinenghi 58.26=RI
  • 100 RA U – 2) Federico Poggio 58.98
  • 4×100 MX mixed – 2) ITALIA 3.43.61
    • Thomas Ceccon 52.82
    • Nicoló Martinenghi 58.13
    • Elena Di Liddo 58.49
    • Silvia Di Pietro 54.17
  • 800 SL U – 1) Gregorio Paltrinieri 7.40.86 CR
  • 800 SL U – 3) Lorenzo Galossi 7.43.37 WRJ- ERJ- RIJ- RIR
  • 100 RA D – 1) Benedetta Pilato 1.05.97
  • 100 RA D – 2) Lisa Angiolini 1.06.34
  • 100 SL U – 3) Alessandro Miressi 47.63
  • 100 SL U – 6) Lorenzo Zazzeri 48.10
  • 200 DO U –  6) Lorenzo Mora 1.57.43
  • 200 DO U – 5) Matteo Restivo 1.57.30
  • 400 MX D – 6) Ilaria Cusinato 4.44.24
  • 400 MX D – 4) Sara Franceschi 4.40.91
  • 4X100 SL D – 4) Italia 3.38.01
    • Chiara Tarantino 54.81
    • Costanza Cocconcelli 54.65
    • Sofia Morini 54.99
    • Silvia Di Pietro 53.56
  • 100 FA U – 6) Matteo Rivolta 51.68
  • 50 DO D – 2) Silvia Scalia 27.53
  • 200 RA U – 3) Luca Pizzini 2.09.97
  • 4×100 SL U – 1) Italia 3.10.50
    • Alessandro Miressi 47.76
    • Thomas Ceccon 47.88
    • Lorenzo Zazzeri 47.60
    • Manuel Frigo 47.26
  • 1500 SL D – 1) Simona Quadarella 15.54.15
  • 1500 SL D – 3) Martina Caramignoli 16.12.39
  • 200 SL U – 4) Marco De Tullio 1.46.37
  • 200 SL U – 6) Stefano Di Cola 1.46.74
  • 100 FA D – 6) Ilaria Bianchi 58.34
  • 50 DO U – 2) Thomas Ceccon 24.40 RI
  • 50 DO U – 5) Michele Lamberti 24.85
  • 200 RA D – 2) Martina Carraro 2.23.64
  • 200 RA D – 6) Francesca Fangio 2.26.79
  • 4×100 SL mixed – 4) Italia 3.23.62
    • Lorenzo Zazzeri 48.38
    • Alessandro Miressi 47.38
    • Silvia Di Pietro 53.92
    • Chiara Tarantino 53.94
  • 1500 SL U – 2) Gregorio Paltrinieri 14.39.79
  • 1500 SL U – 4) Domenico Acerenza 14.56.15
  • 100 DO D – 1) Margherita Panziera 59.40
  • 100 DO D – 5) Silvia Scalia 1.00.12
  • 50 RA U – 2) Simone Cerasuolo 26.95
  • 50 RA U – 1) Nicolò Martinenghi 26.33 RI
  • 50 SL D – 5) Silvia Di Pietro 24.77
  • 200 FA U – 3) Alberto Razzetti 1.55.01
  • 200 FA U – 4) Giacomo Carini 1.55.17
  • 200 MX D – 3) Sara Franceschi 2.11.38
  • 4×200 SL mixed – 3) Italia 7.31.85
  • 50 SL U – =6) Lorenzo Zazzeri 21.90
  • 50 SL U – 2) Leonardo Deplano 21.60
  • 50 RA D – 2) Benedetta Pilato 29.71
  • 50 RA D – 4) Arianna Castiglioni 30.43
  • 200 FA D – 3) Ilaria Cusinato 2.07.77
  • 200 FA D – 8) Antonella Crispino 2.10.97
  • 200 MX U – 2) Alberto Razzetti 1.57.82
  • 100 DO U –  2) Thomas Ceccon 52.21
  • 400 SL D – 2) Simona Quadarella 4.04.77
  • 400 SL D – 6) Antonietta Cesarano 4.10.19
  • 400 SL U – 5) Lorenzo Galossi 3.46.94
  • 400 SL U – 7) Gabriele Detti 3.47.34
  • 4×100 MX D – 4) Italia 3.57.23
  • 4×100 MX U – 1) Italia 3.28.46 CR

CAMPIONI EUROPEI 2022

  • 400 MX U – Alberto Razzetti (ITA) 4.10.60
  • 4×200 SL D – Olanda 7.54.07
  • 4×200 SL U – Ungheria 7.05.38
  • 200 DO D – Margherita Panziera (ITA) 2.07.13
  • 50 FA U – Thomas Ceccon (ITA) 22.89
  • 100 SL D – Marrit Steenbergen (NED) 53.24
  • 100 RA U – Nicoló Martinenghi (ITA) 58.26 =RI
  • 800 SL D – Simona Quadarella (ITA) 8.20.54
  • 4X100 MX mixed – Olanda 3.41.73
  • 200 DO U  – Yohann Ndoye Brouard (FRA) 1.55.62
  • 50 FA D  – Sarah Sjoestroem (SWE) 24.96
  • 100 SL U  – David Popovici (ROU) 46.86 WR
  • 100 RA D  – Benedetta Pilato (ITA) 1.05.97
  • 400 MX D – Viktoraia Mihalyvari F. (HUN) 4.37.56
  • 800 SL U  – Gregorio Paltrinieri (ITA) 7.40.86 CR
  • 4×100 SL D – Gran Bretagna 3.36.47
  • 100 FA U  –  Kristof Milak (HUN) 50.33
  • 50 DO D –  Analia Pigree (FRA) 27.27
  • 200 RA U – James Wilby (GBR) 2.08.96
  • 200 SL D – Marrit Steenbergen (NED) 1.56.36
  • 4×100 SL U – ITALIA 3.10.50
    • Alessandro Miressi 47.76
    • Thomas Ceccon 47.88
    • Lorenzo Zazzeri 47.60
    • Manuel Frigo 47.26
  • 100 FA D – Louise Hansson (SWE) 56.66
  • 200 SL U  – David Popovici (ROU) 1.42.97 WJ- EJ- CR
  • 200 RA D – Lisa Mamie (SUI) 2.23.27
  • 50 DO U  – Apostolos Christou ( GRE) 24.36
  • 1500 SL D  – Simona Quadarella (ITA) 15.54.15
  • 4×100 SL mixed  – Francia 3.22.80
  • 200 FA U – Kristof Milak (HUN) 1.52.01
  • 50 SL D – Sarah Sjoestroem (SWE) 23.91
  • 50 RA U – Nicolò Martinenghi (ITA) 26.33 RI
  • 200 MX D – Anastasya Gorbenko (ISR) 2.10.92
  • 1500 SL U – Mykhaylo Romanchuk (UKR) 14.36.10
  • 100 DO D – Margherita Panziera (ITA) 59.40
  • 4X200 SL mixed – Gran Bretagna 7.28.16
  • 50 SL U – Benjamim Proud (GBR) 21.58
  • 50 RA D – Ruta Meilutyte (LTU) 29.59
  • 100 DO U – Thomas Ceccon (ITA) 52.21
  • 200 FA D – Lana Pudar (BIH) 2.06.81
  • 200 MX U – Hubert Kos (HUN) 1.57.72
  • 400 SL D – Isabel Marie Gose (GER) 4.04.13
  • 400 SL U – Lukas Maertens (GER) 3.42.50 CR
  • 4×100 MX D – Svezia 3.55.25
  • 4×100 MX U – Italia 3.28.46 CR
    • Thomas Ceccon 52.82
    • Nicolò Martinenghi 57.72
    • Matteo Rivolta 50.75
    • Alessandro Miressi 47.17

MEDAGLIE AZZURRE

ORO (13)

  • 400 MX U – Alberto Razzetti (ITA) 4.10.60 (Stefano Franceschi)
  • 200 DO D – Margherita Panziera (ITA) 2.07.13 (Gianluca Belfiore)
  • 50 FA U – Thomas Ceccon (ITA) 22.89 (Alberto Burlina)
  • 100 RA U – Nicoló Martinenghi 58.26 =RI (Marco Pedoja)
  • 800 SL D – Simona Quadarella (ITA) 8.20.54 (Christian Minotti)
  • 100 RA D – Benedetta Pilato (ITA) 1.05.97 (Vito D’Onghia)
  • 800 SL U – Gregorio Paltrinieri (ITA) 7.40.86 CR (Fabrizio Antonelli)
  • 4×100 SL U – ITALIA 3.10.50
    • Alessandro Miressi 47.76 (Antonio Satta)
    • Thomas Ceccon 47.88 (Alberto Burlina)
    • Lorenzo Zazzeri 47.60 (Paolo Palchetti)
    • Manuel Frigo 47.26 (Claudio Rossetto)
  • 1500 SL D – Simona Quadarella (ITA) 15.54.15 (Christian Minotti)
  • 50 RA U – Nicolò Martinenghi (ITA) 26.33 RI (Marco Pedoja)
  • 100 DO D – Margherita Panziera (ITA) 59.40 (Gianluca Belfiore)
  • 100 DO U – Thomas Ceccon (ITA) 52.21 (Alberto Burlina)
  • 4×100 MX U – Italia 3.28.46 CR
    • Thomas Ceccon 52.82 (Alberto Burlina)
    • Nicolò Martinenghi 57.72 (Marco Pedoja)
    • Matteo Rivolta 50.75 (Marco Pedoja)
    • Alessandro Miressi 47.17 (Antonio Satta)

ARGENTO (13)

  • 4×200 SL U- Italia 7.06.25
    • Marco De Tullio 1.46.47 (Christian Minotti)
    • Lorenzo Galossi 1.47.91 (Christian Minotti)
    • Gabriele Detti 1.46.51 (Stefano Morini)
    • Stefano Di Cola 1.45.36 (Claudio Rossetto)
  • 100 RA U – Federico Poggio 58.98 (Cesare Casella)
  • 4×100 MX mixed – 2) ITALIA 3.43.61
    • Thomas Ceccon 52.82 (Alberto Burlina)
    • Nicoló Martinenghi 58.13 (Marco Pedoja)
    • Elena Di Liddo 58.49 (Raffaele Girardi)
    • Silvia Di Pietro 54.17 (Mirko Nozzolillo)
  • 100 RA D – Lisa Angiolini 1.06.34 (Gianluca Valeri)
  • 50 DO D – Silvia Scalia 27.53 (Matteo Giunta)
  • 200 RA D – Martina Carraro 2.23.64 (Cesare Casella)
  • 50 DO U – Thomas Ceccon (ITA) 24.40 RI (Alberto Burlina)
  • 50 RA U – Simone Cerasuolo (ITA) 26.95 (Cesare Casella)
  • 1500 SL U – Gregorio Paltrinieri (ITA) 14.39.79 (Fabrizio Antonelli)
  • 50 SL U – Leonardo Deplano (ITA) 21.60 (Sandra Michelini)
  • 50 RA D – Benedetta Pilato (ITA) 29.71 (Vito D’Onghia)
  • 200 MX U – Alberto Razzetti 1.57.82 (Stefano Franceschi)
  • 400 SL D – Simona Quadarella 4.04.77 (Christian Minotti)

BRONZO (9)

  • 400 MX U  – Pier Andrea Matteazzi  4.13.29 (Federico Benda)
  • 100 SL U – Alessandro Miressi  47.63 (Antonio Satta)
  • 800 SL U – Lorenzo Galossi  7.43.37 WRJ- ERJ- RIJ- RIR (Christian Minotti)
  • 200 RANA U – Luca Pizzini  2.09.97 (Matteo Giunta)
  • 1500 SL D – Martina Caramignoli 16.12.39 (Germano Proietti)
  • 200 FA U – Alberto Razzetti (ITA) 1.55.01 (Stefano Franceschi)
  • 200 MX D – Sara Franceschi (ITA) 2.11.38 (Stefano Franceschi)
  • 4×200 SL D – Italia 7.31.85
    • Stefano Di Cola 1.47.00 (Claudio Rossetto)
    • Matteo Ciampi 1.47.69 (Stefano Franceschi)
    • Alice Mizzau 1.58.73 (Luca Corsetti)
    • Antonietta Cesarano 1.58.43 (Andrea Sabino)
  • 200 FA D – Ilaria Cusinato (ITA) 2.07.77 (Matteo Giunta)

LEGNO (10)

  • 100 SL D – Chiara Tarantino 54.13 (Mauro Borgia)
  • 4X200 SL D – ITALIA 7.59.83
    • Alice Mizzau 2.00.58 (Luca Corsetti)
    • Linda Caponi 2.00.06 (Giovanni Pistelli)
    • Noemi Cesarano 1.58.81 (Andrea Sabino)
    • Antonietta Cesarano 1.59.38 (Andrea Sabino)
  • 400 MX D – Sara Franceschi (ITA) 4.40.91 (Stefano Franceschi)
  • 4X100 SL D – Italia 3.38.01
    • Chiara Tarantino 54.81 (Mauro Borgia)
    • Costanza Cocconcelli 54.65 (Fabrizio Bastelli)
    • Sofia Morini 54.99 (Fabrizio Bastelli)
    • Silvia Di Pietro 53.56 (Mirko Nozzolillo)
  • 200 SL U – Marco De Tullio 1.46.37 (Christian Minotti)
  • 4×100 SL mixed – Italia 3.23.62
    • Lorenzo Zazzeri 48.38 (Paolo Palchetti)
    • Alessandro Miressi 47.38 (Antonio Satta)
    • Silvia Di Pietro 53.92 (Mirko Nozzolillo)
    • Chiara Tarantino 53.94 (Mauro Borgia)
  • 200 FA U – Giacomo Carini (ITA) 1.55.17 (Matteo Giunta)
  • 1500 SL U – Domenico Acerenza 14.56.15 (Fabrizio Antonelli)
  • 50 RA D – Arianna Castiglioni (ITA) 30.43 (Andrea Sabino)
  • 4×100 MX D – Italia 3.57.23
    • Margherita Panziera 59.78 (Gianluca Belfiore)
    • Benedetta Pilato 1.05.65 (Vito D’Onghia)
    • Ilaria Bianchi 58.37 (Fabrizio Bastelli)
    • Silvia Di Pietro 53.43 (Mirko Nozzolillo)

PRIMATI MONDIALI

  • 100 SL U – David POPOVICI (ROM) 46.98

PRIMATI MONDIALI JR

  • 100 SL U – David POPOVICI (ROM) 46.98
  • 800 SL U – Lorenzo Galossi (ITA) 7.43.37
  • 200 SL U – David Popovici (ROU) 1.42.97

PRIMATI EUROPEI

  • 100 SL U – David POPOVICI (ROM) 46.98

PRIMATI EUROPEI JR

  • 100 SL U – David POPOVICI (ROM) 46.98
  • 800 SL U – Lorenzo Galossi (ITA) 7.43.37
  • 200 SL U – David Popovici (ROU) 1.42.97

PRIMATI ITALIANI

  • 100 RA U – Nicoló Martinenghi (ITA) 58.26 =RI
  • 50 DO D – Silvia Scalia (ITA) 27.39 RI
  • 50 SL D – Silvia Di Pietro 24.72 RI (SF)
  • 50 DO U – Thomas Ceccon (ITA) 24.40
  • 50 RA U – Nicolò Martinenghi (ITA) 26.33

PRIMATI DI CATEGORIA

  • 800 SL U – Lorenzo Galossi (ITA) 7.43.37 RIJ- RIR

ITALNUOTO

UOMINI (34)

  1. Domenico Acerenza (Fiamme Oro – CC Napoli)
  2. Alessandro Bori (Fiamme Gialle – In Sport)
  3. Federico Burdisso (Esercito – Aurelia Nuoto)
  4. Giacomo Carini (Fiamme Gialle – Vittorino da Feltre)
  5. Andrea Castello (Esercito – Imolanuoto)
  6. Thomas Ceccon (Fiamme Oro – Leosport)
  7. Simone Cerasuolo (Fiamme Oro – Imolanuoto)
  8. Matteo Ciampi (Esercito – Livorno Aquatics)
  9. Piero Codia (Esercito – CC Aniene)
  10. Luca De Tullio (Fiamme Oro – CC Aniene)
  11. Marco De Tullio (CC Aniene)
  12. Leonardo Deplano (CC Aniene)
  13. Gabriele Detti (Esercito – In Sport)
  14. Stefano Di Cola (Marina Militare – CC Aniene)
  15. Luca Dotto (Carabinieri – Larus Nuoto)
  16. Claudio Faraci (CC Aniene)
  17. Manuel Frigo (Fiamme Oro – Team Veneto)
  18. Lorenzo Galossi (CC Aniene)
  19. Lorenzo Gargani (CUS Udine)
  20. Michele Lamberti (Fiamme Gialle – GAM Brescia)
  21. Nicolò Martinenghi (CC Aniene)
  22. Pier Andrea Matteazzi (Esercito – In Sport)
  23. Filippo Megli (Carabinieri – RN Florentia)
  24. Alessandro Miressi (Fiamme Oro / CN Torino)
  25. Lorenzo Mora (Fiamme Rosse – Vigili Fuoco Modena)
  26. Gregorio Paltrinieri (Fiamme Oro – Coopernuoto)
  27. Luca Pizzini (Carabinieri – IC Bentegodi)
  28. Federico Poggio (Fiamme Azzurre – Imolanuoto)
  29. Alberto Razzetti (Fiamme Gialle – Genova Nuoto My Sport)
  30. Matteo Restivo (Carabinieri – RN Florentia)
  31. Matteo Rivolta (Fiamme Oro – CC Aniene)
  32. Fabio Scozzoli (Esercito – Imola Nuoto)
  33. Simone Stefanì (Fiamme Oro – Time Limit)
  34. Lorenzo Zazzeri (Esercito – RN Florentia)

DONNE (24)

  1. Lisa Angiolini (Virtus Buonconvento)
  2. Ilaria Bianchi (Fiamme Azzurre – Azzurra 91)
  3. Linda Caponi (Carabinieri – TNT Empoli)
  4. Martina Caramignoli (Fiamme Oro – Aurelia Nuoto)
  5. Martina Carraro (Fiamme Azzurre – Azzurra 91)
  6. Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle – Team Insubrika)
  7. Antonietta Cesarano (Assonuoto Caserta)
  8. Noemi Cesarano (Assonuoto Caserta)
  9. Costanza Cocconcelli (Fiamme Gialle – Azzurra 91)
  10. Antonella Crispino (Esercito – Assonuoto Caserta)
  11. Ilaria Cusinato (Fiamme Oro – Team Veneto)
  12. Elena Di Liddo (Carabinieri – CC Aniene)
  13. Silvia Di Pietro (Carabinieri – CC Aniene)
  14. Francesca Fangio (In Sport)
  15. Sara Franceschi (Fiamme Gialle – Livorno Aquatics)
  16. Francesca Fresia (Aquatica Torino)
  17. Alice Mizzau (Fiamme Gialle – Vis Sauro Pesaro)
  18. Sofia Morini (Esercito – Azzurra 91)
  19. Margherita Panziera (Fiamme Oro – CC Aniene)
  20. Benedetta Pilato (Fiamme Oro – CC Aniene)
  21. Simona Quadarella (CC Aniene)
  22. Silvia Scalia (Fiamme Gialle – CC Aniene)
  23. Chiara Tarantino (Fiamme Gialle)
  24. Federica Toma (Carabinieri- In Sport)

RIFERIMENTI

Le precedenti giornate

 

QUI TUTTE LE NEWS SU ROMA 2022

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Il DT Cesare Butini sulla prossima stagione agonistica. "Anche dai giovani un segnale positivo".

Il DT Cesare Butini sulla prossima stagi...

A circa un mese dall'Europeo di Roma abbiamo raggiunto il direttore tecnico delle squadre nazionali Cesare Butini per raccogliere qualche ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu