Premiati atleti e staff tecnico dei Campionati Europei Juniores

Prima dell’inizio delle gare del turno pomeridiano dei Campionati italiani di categoria, in svolgimento a Pietralata, si è svolta la cerimonia di premiazione per gli atleti e lo staff tecnico che ha partecipato alla 48sima edizione dei Campionati Europei Juniores ad Otopeni in Romania, edizione che ha visto l’Italia vincere la classifica per nazioni, seguono alcune immagini e la sintesi della rassegna giovanile continentale.

Team azzurro agli Europei Juniores

Nicolò Accadia (CC Napoli), Giada Alzetta (Leosport), Alice Beltrame (Imolanuoto), Filippo Bertoni (CC Aniene), Matilde Biagiotti (RN Florentia), Paola Borrelli (In Sport Rane Rosse), Marina Cacciapuoti (Olimpic Napoli), Andrea Camozzi (Team Trezzo Sport), Massimo Chiarioni (Hydros Oderzo), Elia Codardini (Leosport), Sara Curtis (Team Dimensione Nuoto), Sofia Dandrea (Team Nuoto Trento), Chiara Della Corte (Campania Sport), Lorenzo Galossi (CC Aniene), Valentina Giannini (Aquatic Center), Tommaso Grandini (Nuotatori Milanesi), Tommaso Griffante (Leosport), Davide Maria Harabagiu (Circolo Tevere Remo), Francesco Lazzari (Sport Club 12 Ispra), Simone Locchi (In Sport Rane Rosse), Helena Musetti (Tirrenica), Davide Passafaro (Calabria Swim Race), Benedetta Pilato (CC Aniene), Anna Porcari (Team Veneto), Emanuele Potenza (Nuotatori Pugliesi), Lucia Principi (Nandi Ars Loreto), Veronica Quaggio (GP Nuoto Mira), Alessandro Ragaini (Sport Village), Federico Rizzardi (Team Veneto), Alex Sabattani (Imolanuoto), Giada Sanatore (Nuovo Nuoto BO), Benedetta Scalise (Stelle Marine), Simone Spediacci (In Sport Rane Rosse), Pietro Ruggero (DDS), Giulia Vetrano (CN Nichelino), Aurora Zanin (Nottoli Nuoto) e Francesca Zucca (Esperia Cagliari).

MEDAGLIERE AZZURRO

ORO (4)

  • 400 SL U – GALOSSI Lorenzo  3:48.14
  • 4X200 SL U – ITALIA 7.17.45
    • RAGAINI Alessandro – 1.50.06
    • BERTONI Filippo – 1.48.25
    • CHIARIONI Massimo – 1.50.38
    • GALOSSI Lorenzo – 1.48.76
  • 800 SL U – GALOSSI Lorenzo  7:52.04
  • 4X100 SL U – ITALIA 3.42.98
    • QUAGGIO Veronica 56.31
    • CACCIAPUOTI Marina 55.37
    • CURTIS Sara 56.50
    • BIAGIOTTI Matilde 54.80

ARGENTO (5)

  • 400 SL D –  VETRANO Giulia 4:11.77
  • 4X200 SL D – ITALIA 8.08.93
    • VETRANO Giulia 2.00.19
    • BIAGIOTTI Matilde 2.01.48
    • MUSETTI Helena 2.03.35
    • ZANIN Aurora 2.03.91
  • 200 MX U – SPEDIACCI Simone 2:02.65
  • 200 SL D – VETRANO Giulia  1:59.60
  • 200 SL U – GALOSSI Lorenzo 1:47.71

BRONZO (5)

  • 4X100 MX D –  ITALIA 4.05.70
    • CURTIS Sara 1.01.92
    • MATI Irene 1.09.15
    • BORRELLI Paola 59.35
    • BIAGIOTTI Matilde 55.28
  • 800 SL D – VETRANO Giulia 8:40.71
  • 200 FA D – PORCARI Anna 2:12.20
  • 50 SL D – CURTIS Sara 25.39
  • 4X100 SL D – ITALIA 3.19.42
    • GALOSSI Lorenzo 50.08
    • CODARDINI Elia  49.96
    • PASSAFARO Davide 49.89
    • LAZZARI Francesco 49.49

PRIMATI ITALIANI

  • RAG 200 SL U – GALOSSI Lorenzo 1:47.71 (F)
  • RAG 200 SL U – Lorenzo Galossi 1.47.73 (SF)
  • RAG 100 SL – Lorenzo Galossi 50.08 (F 4X100 SL)

CAMPIONI EUROPEI JUNIORES

  • 4X100 MX U – GRAN BRETAGNA 3.37.44
  • 4×100 MX D – FRANCIA 4.05.33
  • 400 SL U – GALOSSI Lorenzo (ITA) 3:48.14
  • 50 FA U – PUGGAARD Casper (DEN) 23.67
  • 400 SL D – TUNCEL Merve (TUR) 4:07.30
  • 50 FA D – PUDAR Lana (BIH) 26.49
  • 100 RA U – LISOVETS’ Volodymyr (UKR) 1:00.96
  • 200 MX D – SCHLOSSHAN Leah (GBR)  2:13.49
  • 100 DO D – MOLNAR Dora (HUN) 1:00.88
  • 100 DO U – MASIUK Ksawery (POL) 52.91 RC
  • 100 RA D – JEFIMOVA Eneli (EST) 1:06.50
  • 100 SL U – POPOVICI David (ROU) 47.69
  • 4X200 SL U – ITALIA 7.17.45
    • RAGAINI Alessandro – 1.50.06
    • BERTONI Filippo – 1.48.25
    • CHIARIONI Massimo – 1.50.38
    • GALOSSI Lorenzo – 1.48.76
  • 800 SL D – TUNCEL Merve (TUR) 8:28.32
  • 800 SL U – GALOSSI Lorenzo  (ITA) 7:52.04
  • 100 SL D – PADAR Nikoletta (HUN)  54.69
  • 200 FA D – PUDAR Lana (BIH) 2:08.92
  • 200 DO U – MASIUK Ksawery (POL) 1:56.62
  • 200 RA D – JEFIMOVA Eneli (EST) 2:26.85
  • 50 SL U – POPOVICI David (ROM) 22.16
  • 200 RA U – VERGNES Lucien (FRA)  2:13.02
  • 100 FA U – GRACIK Daniel (CZE) 52.69
  • 4X200 SL D – UNGHERIA
  • 1500 SL U – STANCU Vlad-Stefan (ROM) 15:05.47
  • 100 FA D – VANOTTERDIJK Roos (BEL) 57.85
  • 50 SL D – JAZY Nina Sandrine (GER) 25.22
  • 200 MX U – OKTAR Sanberk Yigit (TUR) 2:00.68
  • 50 RA D – JEFIMOVA Eneli (EST) 30.44
  • 50 RA U – LISOVETS’ Volodymyr (UKR) 27.62
  • 200 FA U – CHMIELEWSKI Krzysztof (POL) 1:55.49
  • 1500 SL D – TUNCEL Merve (TUR) 16:13.68
  • 4X100 SL MIXED – UNGHERIA 3.28.83
  • 50 DO U – MASIUK Ksawery (POL) 24.65
  • 50 DO D – MOLUH Mary-Ambre (FRA) 27.74 – CR
  • 200 SL U – POPOVICI David (ROM) 1:45.45
  • 200 SL D – PADAR Nikoletta (HUN) 1:58.43
  • 400 MX D – CARRASCO CADENS Emma (ESP) 4:46.39
  • 4X100 SL D –  ITALIA 3.42.98
    • QUAGGIO Veronica 56.31
    • CACCIAPUOTI Marina 55.37
    • CURTIS Sara 56.50
    • BIAGIOTTI Matilde 54.80
  • 4X100 SL U – ROMANIA 3.18.93

Immagini DeepBlueMedia

Sintesi dell’evento

L’assenza della Russia ha lasciato spazi sul podio di Otopeni a molte altre nazioni, sono stati 19 i Paesi saluti sul podio continentale in questa edizione con l’Italia che risulta la nazione che ha trovato il miglior equilibrio nella distribuzione dei propri risultati di vertice fra il settore femminile e quello maschile (vedi medagliere) a differenza delle altre nazioni sbilanciate verso un settore o l’altro in forza di uno o due atleti di spicco, il nostro è un risultato d’insieme frutto di un movimento giovanile completo e ben strutturato che ci ha permesso di vincere la classifica a punti per nazione, risultato storico per l’Italia in quasi cinquant’anni di storia della rassegna continentale giovanile.

Parte dello staff tecnico azzurro. Alessandro Peluso (CC Napoli), Greta Rovetta (Fisioterapista), Lorenzo Iaccarino (Olympic Napoli), Marcello Onadi (CN Nichelino), Andrea Cervia (Medico)

Ungheria sempre completa e solida con molti giovani interessanti,  la Polonia, che ha vinto il maggior numero di medaglie in assoluto (16), si conferma nazione in continua ascesa e la Turchia consolida il proprio movimento d’élite giovanile nel mezzofondo femminile, tendenze già registrate per entrambe l’anno scorso a Roma. Sorprende la crescita ed il piazzamento dell’ospitante Romania spinta dall’enorme talento di David Popovici, Francia assolutamente rigenerata sulla strada per i Giochi di Parigi 2024 e fa piacere ritrovare l’Ucraina nella top 10 delle nazioni nonostante tutti i nuotatori, escluso uno, si stiano allenando fuori dal paese –  anche da noi – per via del conflitto in corso nel loro paese. Gran Bretagna un pò sottotono rispetto allo standard giovanile a cui ci ha abituati ma con 11 medaglie all’attivo e la seconda piazza nella classifica a punti, l’Olanda, sedicesima con tre medaglie, non riserva allo stato attuale un movimento giovanile tale da far pensare ad un prossimo cambio generazionale in nazionale maggiore adeguato alla tradizione orange, stesso discorso vale per la Germania che se a livello assoluto sta invece ritrovando parte del vecchio splendore con il settore giovanile stenta ancora un pò.

Italia, Francia, Ungheria, Romania, Gran Bretagna e Polonia, presenti nella top ten del medagliere di Otopeni, sono nelle prime dieci posizioni dei paesi europei anche nel medagliere dei Campionati del mondo di Budapest dello scorso mese di giugno.

Lorenzo Galossi

L’unico azzurrino presente nella Top Ten delle migliori prestazioni tecniche della rassegna di Otopeni è Lorenzo Galossi che ha realizzato tre primati nazionali individuali di categoria oltre ad essere il nostro atleta più vincente con cinque medaglie; 3 ori, 1 argento ed 1 bronzo nonostante sia uno dei più giovani della spedizione italiana. Fra le donne la nostra atleta più medagliata è stata Giulia Vetrano con un bottino di 4 medaglie, 3 argenti ed 1 bronzo, sua anche la migliore prestazione tecnica femminile fra le azzurrine con l’1.59.60 nei 200 stile libero. La nostra atleta che ha gareggiato di più in assoluto è stata Sara Curtis che ha preso parte a 13 eventi, segue Elia Codardini con 12 prove. Qualche segnale di ripresa arriva dal nostro settore femminile della velocità a stile libero con una medaglia individuale nello sprint (Curtis) ed il titolo con la staffetta veloce (Quaggio, Cacciapuoti, Curtis, Biagiotti).

TOP TEN MIGLIORI PRESTAZIONI TECNICHE

 

Camelia Potec e Paolo Barelli. Foto DeepBlueMedia

Dieci e lode per l’organizzazione dei Campionati alla federnuoto rumena guidata dalla presidente Camelia Potec con le tribune dell’Otopeni Sports Complex sempre gremite e la godibilità di uno spettacolo sportivo molto ben confezionato e fruibile anche on line con l’ottimo servizio streaming offerto da LEN TV e la gestione elaborazione dati a cura dell’italiana Microplus Timing, senza dubbio il comitato organizzatore rumeno si è dimostrato all’altezza di ospitare nella medesima sede il campionato europeo assoluto in vasca corta in programma nel 2023 assegnato dal precedente governo Len guidato da Paolo Barelli.

Le tribune dell’Otopeni Sports Complex

Fra gli atleti stranieri in evidenza segnaliamo: David Popovici (ROM) miglior prestazione tecnica maschile, Merve Tuncel (TUR), Lana Pudar (BIH), Eneli Efimova (EST), Nikoletta Padar (HUN), Mary-Ambre Moluh (FRA) miglior prestazione tecnica femminile, Ksawery Masiuk (POL), Krzysztof Chmielewski (POL),  Jacob Whittle (GBR), Ros Vanotterdijk (BEL),  Volodymyr Lisovets (UKR) e Vlad-Stefan Stancu (ROM), alcuni di loro sono già protagonisti nel nuoto assoluto internazionale, molti altri lo saranno nel prossimo futuro, da seguire con attenzione insieme alla crescita di tutti i nostri azzurrini scesi in vasca ad Otopeni.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su reddit
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
  • EVENTI E FORMAZIONE
  • CALENDARI E MEETING
Adam Peaty: "... Se avessi avuto un piede rotto, avrei nuotato con uno"

Adam Peaty: “… Se avessi avu...

Adam Peaty (27) a poche ore dall'ufficialità della sua presenza ai Giochi del Commonwealth ed ai Campionati Europei di Roma, ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Chiudi il menu