EUROPEO CONCLUSO. Day 6. SPETTACOLO ITALIA (6 ORI & 3 RECORD NAZIONALI). Razzetti (RI), Mora (RI), Pilato, Quadarella, Martinenghi e 4×50 mista mixed d’Oro. Cerasuolo e Miressi (RI) d’Argento. WR 800 stile libero: Daniel Wiffen (7.20.46).

Conclusa una sesta giornata di gare straordinaria, la più vincente nella storia del nuoto azzurro. l’Italia ha conquistato sei titoli, di cui cinque individuali consecutivi, due medaglie d’argento e realizzato tre primati nazionali individuali. Il sipario sulla 22esima edizione dei Campionati Europei di Otopeni si è abbassato con l’epilogo emozionante del canto degli italiani, celebrando presso l’Aquatic Omplex di Otopeni l’ultima vittoria della rassegna continentale ad opera della nostra 4×50 mista mixed.

Italia seconda nel medagliere con 22 metalli (7-12-3) alle spalle della Gran Bretagna che ne ha vinte 23 (9-8-6), segue in terza posizione una interessante ed esperta formazione francese con un complessivo di 23 medaglie (7-10-6). Quello della rassegna di Otopeni è il nostro secondo medagliere di sempre. Forse senza le due squalifiche di Thomas Ceccon nei misti avremo potuto giocarcela con i britannici fino all’ultima prova, fermo restando che il fuoriclasse veneto non ha disputato le sue specialità di punta. Italia a podio con tutte sei le staffette; 2 ori e 4 argenti.

DT Cesare Butini: La squadra ha risposto molto bene, un saluto di conforto a Matteo Rivolta per l’infortunio. Aldilà delle sei medaglie di oggi, l ‘Italia ha dimostrato di essere compatta, grazie agli atleti e soprattutto ai tecnici e alle loro società, speriamo di avervi fatto divertire. Questa squadra aveva una trazione giovanile, saranno gli eredi del nuovo quadriennio, abbiamo lasciato a casa alcuni atleti che qui avrebbero sicuramente detto la loro, su tutti Gregorio Paltrinieri e Sara Franceschi. È un anno complicato in cui dovremo fare delle scelte in funzione dell’Olimpiade. Per quanto riguarda l’Europeo in lunga, vedremo quando si farà e come si farà, non parteciperemo con gli atleti qualificati per Parigi. I collegiali cominceranno il 30 dicembre con un gruppo in Sudafrica.

6^ giornata – domenica 10 dicembre

FINALE – 100 MISTI UOMINI

Foto di Andrea Staccioli/DBM

OTTO CENTESIMI DI TROPPO. Quarta piazza per Giovanni Izzo, a soli otto centesimi dal bronzo europeo del collega greco Andreas Vazaios; 51.99 contro 51.91. Vince  l’austriaco Bernhard Reitshammer (51.39), d’argento la prova del tre volte campione europeo svizzero Noe Ponti (51.62).

Giovanni Izzo: Sono contento perché la condizione non è al 100 per 100, mi dispiace perché il podio era vicinissimo.

PODIO

  • 1) REITSHAMMER Bernhard (AUT) – 51.39
  • 2) PONTI Noe (SUI) – 51.62
  • 3) VAZAIOS Andreas (GRE) – 51.91
    • 4) IZZO Giovanni (ITA) – 51.99

FINALE – 50 RANA UOMINI  

Foto di Andrea Staccioli/DBM

UNO-DUE. Fantastica doppietta azzurra nello sprint della rana maschile. Nicolò Martinenghi d’Oro per la prima volta in carriera nella vasca corta e Simone Cerasuolo splendido argento. Partenza e sviluppo di gara degli azzurri autorevole fino al touch finale. Nuotano rispettivamente 25.66 e 25.83, terza piazza per il turco primatista del mondo Emre Sakci  (25.90). E suona il canto degli italiani nel complesso acquatico di Otopeni.

Foto di Andrea Staccioli/DBM

PODIO

  • 1) MARTINENGHI Nicolo (ITA) – 25.66
  • 2) CERASUOLO Simone (ITA) – 25.83
  • 3) SAKCI Emre (TUR) – 25.90

Nicolò Martinenghi: Primo titolo nei cinquanta, mi mancava, ho fatto molti errori, non ho gioito troppo anche per questo, oltre che per l’attesa del VAR. Sono contento, fra un pò ho la staffetta.

Simone Cerasuolo:  Questo argento è molto importante per me, mi da fiducia, sto crescendo anche in allenamento, in vista del 100 in vasca lunga.

FINALE – 200 STILE LIBERO DONNE  

Foto di Andrea Staccioli/DBM

HABEMUS DUECENTISTE. Eccellenti le prove delle azzurre Sofia Morini (Esercito/NC Azzurra 91) e Giulia D’Innocenzo (Carabinieri/CC Aniene), nella prima parte di gara hanno cercato di rimanere a contatto con il gruppo di testa, per poi cedere qualcosina nel finale, nuotano nuovamente sotto il muro dell’1,55 e si piazzano rispettivamente quinta (1.54.85) e sesta (1.54.96). Vince la britannica Freya Anderson (1.52.66) che cuce lo strappo portato dalla nuotatrice ceca Barbora Seemanova alla prima parte della gara, sul podio per il bronzo sale l’ennesima britannica di turno, Freya Colbert, chedalla corsia uno nuota 1.54.07.

PODIO

  • 1) ANDERSON Freya (GBR) – 1:52.16
  • 2) SEEMANOVA Barbora (CZE) – 1:52.66
  • 3) COLBERT Freya (GBR) – 1:54.07
    • 5) MORINI Sofia (ITA) 1.54.85
    • 6) D’INNOCENZO  Giulia (ITA) 1.54.96

Giulia D’Innocenzo: Ci sta che l’emozione possa giocare brutti scherzi, alla prima finale europea va bene cosi.

Sofia Morini: È la seconda volta che scendo sotto i 55 e sono super soddisfatta.

FINALE – 200 DORSO UOMINI

SPETTACOLO MORA. Ma che spettacolo Lorenzo Mora (Fiamme Rosse/VVFF Modena)! Gestione di gara certosina nuotata in negativo, lascia andare gli avversari nella prima parte di gara e poi cambia il passo nella seconda per prendere la testa pochi metri prima del touch, primo titolo continentale individuale e nuovo primato italiano (1.48.43), l’azzurro è salito sul podio di Otopeni in tutte tre le distanze del dorso, bronzo nei 50 e 100 metri ed appunto d’oro nella distanza più lunga.

Lorenzo Mora: Era questa la tattica di gara decisa, sapevo di dover mantenere la calma nel primo 100, è il mio primo titolo europeo, sono molto soddisfatto di aver reagito ad una settimana che sembra non positiva, adesso devo rivalutarla.

PODIO

  • 1) MORA Lorenzo (ITA) – 1:48.43 RI
  • 2) GREENBANK Luke (GBR) – 1:48.53
  • 3) TOMAC Mewen (FRA) – 1:48.55

FINALE – 400 STILE LIBERO DONNE

SUPER-SIMO. Una Super Simona Quadarella fa saltare il banco vincendo la tiratissima finale dei 400 stile libero con uno sprint vincente e piuttosto convincente sulla rivale francese – nativa russa – Anastasiia Kirpichnikova, nuovo primato personale per l’azzurra e tanto entusiasmo utile da qui ai Giochi olimpici di Parigi 2024.

 Simona Quadarella: Sapevo che avrei potuto vincere, ci ho messo tutto il cuore ed ho fatto anche il mio migliore, sono molto contenta e chiudo il campionato alla grande.

POST-PREMIAZIONE: Vedere i compagni andare forte è sempre uno stimolo per ciascuno di noi. Il campionato onera cominciato nei migliori dei modi, ma è poi finito bene.

PODIO

  • 1) Simona QUADARELLA (ITA) – 3:59.50
  • 2) Anastasiia KIRPICHNIKOVA (FRA) – 3:59.56
  • 3) Valentine DUMONT (BEL) – 4:00.84

FINALE – 400 MISTI UOMINI  

ALBERTO RAZZETTI SHOW. Gara straordinaria, di enorme personalità e grande rilevanza tecnica (3.57.01), per il nuotatore ligure oltre al titolo europeo arriva anche un grande primato italiano a ridosso del primato europeo (3.56.47), una prestazione che pone l’azzurro fra i migliori interpreti mondiali della specialità nell’anno olimpico.

Alberto Razzetti: Mi ha gasato molto la gara di Simona Quadarella. Sono contento, il tempo è ottimo, anche il record dei campionati … è figo. Ho visto che stavo con Duncan a delfino e dorso e poi ho dato tutto.

POST-PREMIAZIONE: Grande giornata per l’Italia. Due settimane molto intense, iniziavo ad essere parecchio stanco, modo perfetto per completare queste giornate.

PODIO

  • 1) Alberto RAZZETTI (ITA) – 3:57.01 RI
  • 2) Duncan SCOTT (GBR) – 4:00.17
  • 3) Apostolos PAPASTAMOS (GRE) – 4:05.19

FINALE – 50 RANA DONNE  

PILATO VINCE E CONVINCE. NOCENTINI L’EXPLOIT AZZURRO.  La tarantina Benedetta Pilato vince il nostro quinto titolo individuale consecutivo della giornata grazie ad una gestione di gara molto buona, studiata dalla partenza all’arrivo, senza sbavature degne di cronaca e con il nuovo primato dei Campionati (28.86), non è da meno la prova della sempre più sorprendente matricola azzurra Jasmine Nocentini che ha vinto un pregiatissimo bronzo e acquisito grande consapevolezza per il suo futuro in azzurro, anche in chiave olimpica.

PODIO

  • 1) Benedetta PILATO (ITA) – 28.86 RC
  • 2) Eneli JEFIMOVA (EST) – 29.12
  • 3) Jasmine NOCENTINI (ITA) – 29.41

Benedetta Pilato: L’obbiettivo era vincere, ma anche tornare a fare i miei tempi.

Jasmine Nocentini: Non l’ho nuotata benissimo oggi, ma sono molto contenta.

FINALE – 100 STILE LIBERO UOMINI

MIRESSI DA PRIMATO A CINQUE CENTESIMI DAL TITOLO. Enorme prestazione di Alessandro Miressi (FF Oro – Centro Nuoto Torino), il torinese è d’argento con il nuovo primato italiano della specialità (45.51) e con già il il pass olimpico in tasca grazie ad una prima parte di stagione da incorniciare. Ha vinto – di soli 5 centesimi –  il campione del mondo francese Maxime Grousset (45.46), uno dei candidati al podio olimpico della specialità e molto bravo nello spalla a spalla con gli avversari, dista invece circa mezzo secondo il bronzo del primatista del mondo  rumeno David Popovici (46.05). Ottima prestazione per l’azzurro Leonardo Deplano, sesto con il suo nuovo record personale  (46.36).

PODIO

  • 1) Maxime GROUSSET (FRA) – 45.46
  • 2) Alessandro MIRESSI (ITA) – 45.51 RI
  • 3) David POPOVICI (ROU) – 46.05
    • 6) Leonardo DEPLANO (ITA) 46.36

Alessandro Miressi: Volevo vincere la gara, sono soddisfatto del primato italiano, ho fatto una gran prima parte di stagione, sono contento, dobbiamo continuare cosi.

POST-PREMIAZIONE: Alla fine sono contento per l’argento, ovvio che vincere sarebbe stata un’altra cosa. Vado via con il sorriso dopo questo europeo che non abbiamo preparato.

Leonardo Deplano: Ho migliorato il mio personale, non riesco ancora ad interpretare i 100 in maniera ottimale.

FINALE – 50 FARFALLA DONNE

ESPERIENZA DI PIETRO. Ottava piazza per la capitolina Silvia Di Pietro, non al top della forma nuota 25.10 nello sprint della farfalla vinto a pari-merito dalla greca Anna Ntountounaki e l’olandese Tessa Giele con 25.10).

Silvia Di Pietro: Non ci sono, ho le gare totalmente imballate ed è il mio punto forte. Adesso mi concentrerò per dare il meglio in staffetta.”

PODIO

  • =1) Anna NTOUNTOUNAKI (GRE) – Tessa GIELE (NED) – 25.10
  • 2) Sara JUNEVIK (SWE) – 25.16
    • 8) Silvia DI PIETRO (ITA) 25.65

FINALE – 800 STILE LIBERO UOMINI

CAPOLAVORO WIFFEN. Spaventoso primato del mondo di Daniel Wiffen (7.20.46), frantumato il precedente limite mondiale dell’australiano Grant Hackett (7.23.42)  Il 22enne irlandese fra tripletta di specialità; 400-800 e 1500 stile libero. Quinto posto, con una ottima prestazione personale (7.34.08),  per l’azzurro Luca De Tullio. Finale di altissimo livello che sottolinea una volta ancora quanto sia cresciuto il mezzofondo in Europa e nel mondo.

 Daniel Wiffen: “È incredibile. Ho ricevuto numerosi messaggi in cui mi chiedevano se oggi avrei cercato di battere il record mondiale, volevo tenerlo nascosto che ero in forma per riuscirci”.

La gestione di gara 

PODIO

  • 1) Daniel WIFFEN (IRL) – 7:20.46 WR
  • 2) David AUBRY (FRA) – 7:30.32
  • 3) Mykhailo ROMANCHUK (UKR) 7.31.20
    • 5) Luca DE TULLIO (ITA) 7.34.08

Luca De Tullio: Nelle mie gare il livello si è alzato tantissimo, quindi essere in queste finali mi rende orgoglioso.

FINALE – 4X50 MISTA MIXED 

ITALIA CAMPIONE D’EUROPA. Capolavoro azzurro anche nell’ultima gara in programma, la nostra staffetta mista mixed si laurea Campione d’Europa, ciliegiona sulla torta di una giornata indimenticabile per il nuoto italiano in vasca corta. Doppio titolo continentale di giornata per Nicolò Martinenghi (50 rana) e Lorenzo Mora (200 dorso).

PODIO

  • 1) ITALIA 1.36.58
    • MORA Lorenzo 23.01
    • MARTINENGHI Nicolo 24.87
    • DI PIETRO Silvia 25.32
    • NOCENTINI Jasmine 23.38
  • 2) FRANCIA 1.37.14
  • 3) OLANDA 1.37.86

GLI AZZURRI NELLE BATTERIE

  • 400 MX U – 4) Razzetti 4.08-70 Q
  • 400 SL D – 2) Quadarella 4.02.82 Q
  • 4×50 MX U – 8) ITALIA 1.40.61 Q
    • RIVOLTA Matteo 24.25
    • POGGIO Federico 26.50
    • DI PIETRO Silvia 25.70
    • NOCENTINI Jasmine 24.16

Riferimenti

MEDAGLIE AZZURRI

ORO (7)

  • 50 RA D – PILATO Benedetta – 28.86 (Antonio Satta)
  • 400 MX U – RAZZETTI  Alberto  – 3:57.01 RI (Stefano Franceschi)
  • 400 SL D – QUADARELLA Simona  3:59.50 (Christian Minotti)
  • 200 DO U – MORA Lorenzo 1:48.43 RI (Claudio Rossetto)
  • 100 RA U – MARTINENGHI Nicolo 25.66 (Marco Pedoja)
  • 4X50 MX U – ITALIA 1.30.78 (Cesare Butini)
    • MORA Lorenzo 22.98  (Claudio Rossetto)
    • MARTINENGHI Nicolò 25.32 (Marco Pedoja)
    • CECCON Thomas 22.05 (Alberto Burlina)
    • ZAZZERI Lorenzo 20.43 (Paolo Palchetti)
  • 4X50 MX MIX – 1) ITALIA 1.36.58 (Cesare Butini)
    • MORA Lorenzo 23.01 (Claudio Rossetto)
    • MARTINENGHI Nicolo 24.87 (Marco Pedoja)
    • DI PIETRO Silvia 25.32 (Mirko Nozzolillo)
    • NOCENTINI Jasmine 23.38 (Todd DeSorbo)

ARGENTO (12)

  • 100 SL U –  Alessandro MIRESSI  45.51 RI (Antonio Satta)
  • 100 RA U – CERASUOLO Simone  25.83 (Cesare Casella)
  • 4X50 SL Mixed: 2) ITALIA 1.28.28 (Cesare Butini)
    • MIRESSI Alessandro 20.87 (Antonia Satta)
    • ZAZZERI Lorenzo 20.48 (Paolo Palchetti)
    • NOCENTINI Jasmine 23.39 (Todd DeSorbo)
    • DI PIETRO Silvia 23.54 (Mirko Nozzolillo)
  • 1500 SL D – Simona QUADARELLA 15.37.05 (Christian Minotti)
  • 200 FA U -Alberto RAZZETTI  1.50.10 (Stefano Franceschi)
  • 200 MX U –  Alberto RAZZETTI  1.53.09 (Stefano Franceschi)
  • 4X50 MX D – ITALIA 1.43.97 RI (Cesare Butini)
    • COCCONCELLI Costanza 26.87 (Paolo Palchetti)
    • PILATO Benedetta 28,75 (Antonio Satta)
    • DI PIETRO Silvia 25.19 (Mirko Nozzolillo)
    • NOCENTINI Jasmine 23.16 (Todd DeSorbo)
  • 100 RA U – Nicolo MARTINENGHI  56.57 (Marco Pedoja)
  • 100 RA D – Benedetta PILATO 1:03.76 (Antonio Satta)
  • 800 SL D – Simona QUADARELLA 8:14.83 (Christian Minotti)
  • 4X50 SL U – ITALIA 1.23.14 (Cesare Butini)
    • Leonardo DEPLANO 21.05 (Sandra Michelini)
    • Lorenzo ZAZZERI 20.50 (Paolo Palchetti)
    • Thomas CECCON 20.98 (Alberto Burlina)
    • Alessandro MIRESSI 20.61 (Antonio Satta)
  • 4X50 SL D – ITALIA 1.36.92 (Cesare Butini)
    • Silvia DI PIETRO 24.39 (Mirko Nozzolillo)
    • Costanza COCCONCELLI 24.21 (Paolo Palchetti)
    • Chiara TARANTINO 24.20 (Mauro Borgia)
    • Sara CURTIS 24.12 (Thomas Maggiora)

BRONZO (2)

  • 50 DO U – Lorenzo MORA 23.10 (Claudio Rossetto)
  • 100 DO U – Lorenzo MORA 50.04 (Claudio Rossetto)

LEGNO (2)

  • 200 DO D  – Margherita Panziera 2.04.35 (Gianluca Belfiore)
  • 50 SL U – Alessandro Miressi 20.90 (Antonio Satta)

SQUALIFICHE (3)

  • 200 MX U  – Thomas Ceccon (semifinale)
  • 100 MX D – Anita Bottazzo (semifinale)
  • 100 MX U  – Thomas Ceccon (semifinale)

PRIMATI ITALIANI (4)

  • 100 SL U –  MIRESSI Alessandro 45.51 RI
  • 400 MX U – RAZZETTI  Alberto  – 3:57.01
  • 200 DO U – MORA Lorenzo (ITA) – 1:48.43
  • 4X50 MX D – ITALIA 1.43.97 RI
    • COCCONCELLI Costanza 26.87 (Paolo Palchetti)
    • PILATO Benedetta 28,75 (Antonio Satta)
    • DI PIETRO Silvia 25.19 (Mirko Nozzolillo)
    • NOCENTINI Jasmine 23.16 (Ted DeSorbo)

CAMPIONI EUROPEI

  • 800 SL U –  Daniel WIFFEN (IRL) – 7:20.46 WR
  • 100 SL U –  Maxime GROUSSET (FRA) – 45.46
  • 50 RA D – PILATO Benedetta (ITA) 28.86
  • 400 MX U – RAZZETTI  Alberto  – 3:57.01 RI
  • 400 SL D – QUADARELLA Simona  3:59.50
  • 200 DO U – MORA Lorenzo (ITA) – 1:48.43 RI
  • 200 SL D – ANDERSON Freya (GBR) – 1:52.16
  • 100 RA U – MARTINENGHI Nicolo (ITA) – 25.66
  • 100 MX U – REITSHAMMER Bernhard (AUT) – 51.39
  • 100 DO D – TOUSSAINT Kira (NED) – 55.88
  • 200 SL U – RICHARDS  Matthew (GBR) – 1:41.01
  • 100 FA D – Louise HANSSON (SWE) – 55.37
  • 200 RA U – Caspar CORBEAU (NED) – 2:02.41
  • 200 MX D – Abbie WOOD (GBR) – 2:05.58
  • 50 FA U – Noe PONTI (SUI) – 21.79
  • 1500 SL D –  Anastasiia KIRPICHNIKOVA (FRA) 15.20.12
  • 200 FA U –  PONTI Noè (SUI) 1.49.71
  • 50 DO D –  Kira (TOUSSAINT (NED) – 25.82
  • 200 RA D – Tes SCHOUTEN  (NED) 2.16”09
  • 100 DO U – Mewen TOMAC (FRA) 49”72
  • 100 SL D – Beryl GASTALDELLO  (FRA) 51”48
  • 200 MX U – Duncan SCOTT  (GBR) 1.50”98
  • 200 DO D – Medi HARRIS (GBR) – 2:02.45
  • 50 SL U – Benjamin PROUD (GBR) – 20.18
  • 200 FA D –  Angelina KOHLER (GER) – 2:03.30
  • 100 MX D – Charlotte BONNET (FRA) – 57.47
  • 1500 SL U – Daniel WIFFEN (IRL) – 14:09.11
  • 100 RA U – Arno KAMMINGA (NED) – 56.52
  • 50 DO U – Mewen TOMAC (FRA) – 22.84
  • 100 RA D  – Eneli JEFIMOVA (EST) – 1:03.21
  • 100 FA U – Noe PONTI (SUI) – 48.47 ER
  • 800 SL D – Anastasiia KIRPICHNIKOVA (FRA) – 8:08.48
  • 50 SL D – Michelle COLEMAN (SWE) – 23.52
  • 400 MX D – Abbie WOOD (GBR) – 4:27.45
  • 400 SL U – Daniel WIFFEN (IRL): 3:35.47
  • 4X50 SL U – GRAN BRETAGNA 1.22.52
  • 4X50 SL D – SVEZIA 1.35.90
  • 4X50 MX D – SVEZIA 1.43.26
  • 4×50 SL Mixed – GRAN BRETAGNA 1.27.75
  • 4X50 MX U – ITALIA 1.30.78
    • MORA Lorenzo 22.98
    • MARTINENGHI Nicolò 25.32
    • CECCON Thomas 22.05
    • ZAZZERI Lorenzo 20.43
  • 4X50 MX MIX – ITALIA 1.36.58
    • MORA Lorenzo 23.01
    • MARTINENGHI Nicolo 24.87
    • DI PIETRO Silvia 25.32
    • NOCENTINI Jasmine 23.38

PRIMATI MONDIALI

  • 800 SL U –  Daniel WIFFEN (IRL) – 7:20.46 WR

PRIMATI EUROPEI

  • 100 FA U – Noe PONTI (SUI) – 48.47
  • 50 SL U – Benjamin PROUD (GBR) – 20.18
  • 800 SL U –  Daniel WIFFEN (IRL) – 7:20.46 WR

FINALI AZZURRE

  • 800 SL U – Luca De Tullio
  • 100 SL U –  2) Alessandro Miressi 45.51 RI
  • 100 SL U –  6) Leonardo Deplano 46.36
  • 200 DO U – 1) Lorenzo Mora 1.48.43 RI
  • 400 MX U – 1) Alberto Razzetti   – 3:57.01 RI
  • 400 SL D – 1) Simona Quadarella  3:59.50
  • 200 SL U – 5) Morini Sofia 1.54.85
  • 200 SL U – 6) Giulia D’Innocenzo 1.54.96
  • 100 RA U – 1) Nicolò Martinenghi (ITA) – 25.66
  • 100 RA U – 2) Simone Cerasuolo  (ITA) – 25.83
  • 100 MX U – 4) Giovanni Izzo 51.99
  • 50 RA U – Nicolò Martinenghi, Simone Cerasuolo
  • 200 SL D – Giulia D’Innocenzo, Sofia Morini
  •  200 DO U – Lorenzo Mora
  • 400 SL D – Simona Quadarella
  • 400 MX U – Albero Razzetti
  • 50 RA D – Benedetta Pilato, Jasmine Nocentini
  • 100 SL U – Alessandro Miressi
  • 50 FA D – Silvia Di Pietro
  • 800 SL U – Luca De Tullio
  • 4X50 MX U – ITALIA
  • 100 DO D – 8) Margherita Panziera 58.25
  • 200 SL U – 8) Matteo Ciampi 1.43.16
  • 100 FA D – Giulia D’Innocenzo
  • 200 FA U – 2) Alberto Razzetti 1.50.10
  • 200 MX U – 2) Alberto Razzetti 1.53”09
  • 200 RA D – 6) Francesca Fangio 2.21.55
  • 1500 SL D – 2) Simona Quadarella 15.37.05
  • 100 SL D – 6) Sofia Morini 52.61
  • 100 SL D – 7) Chiara Tarantino 52.80
  • 100 DO U – 3) Lorenzo Mora 50.04
  • 200 DO D  – 4) Margherita Panziera 2.04.35
  • 100 RA U – 2) Nicolò Martinenghi 56.57
  • 100 RA U – 5) Simone Cerasuolo 56.89
  • 200 FA D – 8) Alessia Polieri 2.09.39
  • 50 SL U – 5) Lorenzo Zazzeri 20.91
  • 50 SL U – 4) Alessandro Miressi 20.90
  • 100 MX D – 7)  Costanza Cocconcelli 59.40
  • 400 SL U – 6) Matteo Ciampi 3:38.61
  • 400 SL U – 5) Marco De Tullio 3:38.13
  • 800 SL D – 2) Simona Quadarella 8:14.83
  • 50 SL D – 8) Sara Curtis 24.31
  • 50 DO U – 3) Lorenzo Mora 23.12
  • 100 RA D – 2) Benedetta Pilato 1.03.76
  • 100 RA D – 7) Martina Carraro 1.05.47
  • 100 FA U – 4) Matteo Rivolta 50.24
  • 100 FA U – 8) Michele Busa 50.61
  • 4X50 SL Mixed: 2) ITALIA 1.28.28
    • MIRESSI Alessandro 20.87
    • ZAZZERI Lorenzo 20.48
    • NOCENTINI Jasmine 23.39
    • DI PIETRO Silvia 23.54
  • 4×50 SL U – 2) Italia 1.23.14
    • Leonardo DEPLANO
    • Lorenzo ZAZZERI
    • Thomas CECCON
    • Alessandro MIRESSI
  • 4×50 SL D – 2) Italia 1.36.92
    • Silvia DI PIETRO
    • Costanza COCCONCELLI
    • Chiara TARANTINO
    • Sara CURTIS
  • 4×50 MX U – 1)  ITALIA 1.30.78
    • MORA Lorenzo 22.98
    • MARTINENGHI Nicolò 25.32
    • CECCON Thomas 22.05
    • ZAZZERI Lorenzo 20.43
  • 4X50 MX D – 2) ITALIA 1.43.97 RI
    • COCCONCELLI Costanza 26.87
    • PILATO Benedetta 28,75
    • DI PIETRO Silvia 25.19
    • NOCENTINI Jasmine 23.16

 

TEAM ITALIA ALL’EUROPEO DI OTOPENI

Donne:

  1. Lisa Angiolini (Carabinieri/Virtus Buonconvento)
  2. Sofia Morini (Esercito/NC Azzurra 91)
  3. Chiara Tarantino (Fiamme Gialle/In Sport Rane Rosse)
  4. Silvia Di Pietro (Carabinieri/CC Aniene)
  5. Giulia D’Innocenzo (Carabinieri/CC Aniene)
  6. Simona Quadarella (CC Aniene)
  7. Margherita Panziera (Fiamme Oro/CC Aniene)
  8. Costanza Cocconcelli (Fiamme Gialle/NC Azzurra 91)
  9. Anita Bottazzo (Fiamme Gialle/Imolanuoto)
  10. Francesca Fangio (Esercito/In Sport)
  11. Benedetta Pilato (Fiamme Oro/CC Aniene)
  12. Martina Carraro (Fiamme Azzurre)
  13. Sara Franceschi (Fiamme Gialle/Livorno Aquatics)
  14. Jasmine Nocentini (Team Veneto)
  15. Sara Curtis (Roero Nuoto)

Uomini:

  1. Leonardo Deplano (Carabinieri/CC Aniene)
  2. Lorenzo Zazzeri (Esercito/RN Florentia)
  3. Alessandro Miressi (Fiamme Oro/CN Torino)
  4. Marco De Tullio (CC Aniene)
  5. Luca De Tullio (Fiamme Oro/CC Aniene)
  6. Matteo Ciampi (Esercito/Livorno Aquatics)
  7. Lorenzo Mora (Fiamme Rosse/VVFF Modena)
  8. Thomas Ceccon (Fiamme Oro/Leosport)
  9. Nicolò Martinenghi (CC Aniene)
  10. Simone Cerasuolo (Fiamme Oro/Imolanuoto)
  11. Federico Poggio (Fiamme Azzurre/Imolanuoto)
  12. Michele Busa (Imolanuoto)
  13. Alberto Razzetti (Fiamme Gialle/Genova Nuoto My Sport)
  14. Christian Ferraro (Montebelluna)
  15. Giovanni Izzo (Imolanuoto)
  16. Matteo Rivolta (FF ORO – CC Aniene)

Articoli correlati

Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passando per Doha.

Cesare Butini: Verso Parigi 2024, passan...

In occasione degli Europei di Otopeni, svoltisi dal 5 al 10 dicembre scorso, ci siamo confrontati con il Direttore Tecnico ...

NEWSLETTER

Lasciaci i tuoi contatti e rimani aggiornato sulle nostre iniziative